Arte Medica | Tumore del seno
20546
page-template-default,page,page-id-20546,ajax_leftright,page_not_loaded,,content_with_no_min_height,select-theme-ver-2.2.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.4,vc_responsive
 

Tumore del seno

I fattori di maggior rischio sono i seguenti:

 

1. storia familiare di un tumore mammario precedentemente contratto

2. evidenza di una modificazione genetica specifica che aumenti la possibilità di contrarre un cancro (mutazioni del BRCA1/BRCA2) Il BRCA1 e il BRCA2 sono dei geni presenti nel DNA che, se alterati nella loro intima struttura, creano i presupposti per la formazione di un tumore al seno.

3. madre, sorella, figlia, oppure due o più consanguinei, come ad esempio cugini con storia di cancro alla mammella, particolarmente se diagnosticati in età precedenti la menopausa. Le probabilità che questa donna possa contrarre un tumore al seno nell’arco della vita raggiungono valori pari al 70%.

4. una diagnosi di tumore benigno con la caratteristica istologica della iperplasia atipica che, di per sé, può predisporre una donna al tumore al seno.

5. donne che hanno subito 2 o più biopsie al seno per lesioni benigne. Tuttavia la maggioranza dei tumori al seno colpiscono donne che non hanno una familiarità, né presentano indici di rischio.

 

 

Ulteriori fattori che possono aumentare il rischio di un tumore mammario

 

a. Donne nullipare (cioé coloro che non hanno avuto figli).
b. un certo aumento del rischio appare inoltre in coloro le quali hanno partorito oltre il 30° anno di età.
c. Probabile rischio per chi non ha allattato.
d. Obesità.